Sei in:

Emanato il decreto interministeriale contenente gli "Indirizzi metodologici per la predisposizione dei quadri prescrittivi nei provvedimenti di valutazione ambientale di competenza statale"

Indirizzi metodologici per quadri prescrittivi

30/12/2015

Ogni anno il Ministero dell’Ambiente emana circa n.80 provvedimenti di VIA (VIA e Assoggettabilità a VIA). Il quadro prescrittivo di ciascun provvedimento contiene in media 25-30 prescrizioni riguardanti specifici aspetti delle diverse componenti ambientali, gli aspetti progettuali e gestionali, il monitoraggio, le misure di mitigazione e compensazione.

In base all’esperienza maturata negli ultimi anni, sono state rilevate una serie di difficoltà oggettive sia da parte dei proponenti nell’attuazione delle prescrizioni che da parte degli Enti vigilanti nelle attività di verifica dell’ottemperanza delle prescrizioni stesse. Le principali cause sono legate alla formulazione poco chiara ed efficace della prescrizione stessa in termini di modalità e tempistica di attuazione, nonché al numero elevato delle prescrizioni e dei soggetti coinvolti. Tali criticità comportano frequentemente richieste di chiarimenti e l’attivazione di ulteriori procedimenti con conseguente allungamento dei tempi ordinari necessari all’emanazione del provvedimento finale e comportando a volte l’impossibilità oggettiva di procedere all’attuazione e/o alla verifica dell’ottemperanza della prescrizione stessa.

Per contribuire al superamento di tali criticità il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare di concerto con il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha emanato un decreto contenente gli “Indirizzi metodologici per la predisposizione dei quadri prescrittivi nei provvedimenti di valutazione ambientale di competenza statale” che entrerà in vigore il giorno successivo alla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Scarica Decreto